Fiori
2 Settembre 2013
Scelta e sistemazione delle piante in casa
19 Settembre 2013
Mostra tutti

Tappeti erbosi

TAGLIO

– Riportare l’altezza di taglio ai livelli primaverili: 30-40 mm per prati ad uso ricreativo e a 25-30 mm per quelli ornamentali.
– Mantenere la frequenza di taglio a 7-8 giorni. Onde evitare l’effetto stuoia, non asportare mai più di 1/3 della lunghezza della foglia.
– Eliminare con cura i residui del taglio.

AREAZIONE

– E’ un’operazione da effettuare almeno 1-2 volte l’anno (Settembre e Marzo). L’obiettivo è quello di rendere il terreno più soffice e permeabile mediante perforazioni del suolo. A seconda del grado di compattamento si possono applicare diverse tecniche che agiscono a diverse profondità:
– Sfeltratura: rimozione manuale (rastrello) del feltro o mediante macchine sino ad una profondità di 2-3 cm.
– Scarificatura; è un’operazione che consente di eliminare il feltro e di tagliare verticalmente il terreno ad una profondità di 10 cm e oltre. Si effettua con l’ausilio di macchine a motore.
– Foratura e Carotatura: sono consigliate nei suoli compatti e ricchi di muschio. Consistono nel creare delle prese di aria artificiali sino ad una profondità di 10-15 cm e oltre. Dopo le operazioni di arieggiamento è opportuno distribuire un’adeguata quantità di terriccio per tappeti erbosi per livellare e chiudere le eventuali buche e migliorare la struttura del terreno. In ogni caso, dopo tale operazione, è necessario concimare ed eventualmente traseminare.

SEMINA

– Verso la fine del mese si può procedere a seminare i nuovi impianti. E’ indispensabile utilizzare concime Starter per la semina e un fungicida per prevenire gli attacchi di Pytium.

IRRIGAZIONE

– Con il mitigarsi delle temperature diradare opportunamente i turni irrigui onde evitare l’insorgere di pericolose malattie fungine.

DIFESA FITOSANITARIA

– Le malattie del prato colpiscono a chiazze e si manifestano con ingiallimenti repentini (2-3 giorni). Intervenire con una miscela di più fungicidi (es. Propiconazolo+Iprodione). L’occhio di un esperto potrà risolvere i casi particolari.
– Per prevenire il Pytium utilizzare un fungicida a base di Metalaxil o Propamocarb subito dopo la semina.

CONCIMAZIONE DI MANTENIMENTO

– La razionale concimazione del prato inizia dall’autunno: utilizzare un fertilizzante a lenta cessione ad alto titolo di Potassio per rafforzare le radici.

COLMATURA AVVALLAMENTI

– Una volta individuate le zone da colmare incidere con la vanga il tappeto erboso fino a poterne sollevare i lembi a mo’ di lenzuolo. Distribuire un quantitativo adeguato di Terriccio per Prati misto a un po’ di concime Starter per la Semina sino a ristabilire il livello originario e riposizionare le zolle d’erba. Da ultimo rullare leggermente onde far bene aderire la zolla al nuovo substrato.

N.B.: Per un corretto spargimento dei fertilizzanti e diserbanti granulari, sono stati appositamente studiati i CARRELLI SPANDICONCIME che consentono grande rapidità di esecuzione del lavoro e uniformità di distribuzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi