Perché scegliere l’alimentazione Bio?
15 Luglio 2014
L’abc del Bio… I Cereali
15 Ottobre 2014
Mostra tutti

La semina del prato in autunno

La semina del prato:

per rinnovare un tappeto erboso l’operazione migliore da fare è sicuramente la trasemina. Il periodo migliore che vi consigliamo per la semina del prato è sicuramente quello autunnale.

L’autunno è il momento adatto perché è la stagione in cui il prato torna a crescere, ma in maniera più lenta rispetto alla primavera.

In autunno si hanno due vantaggi nella semina del prato :

  1. Si consente ai nuovi semi di nascere e avere il tempo di svilupparsi senza temere poi eccessivi calori,
  2. Si evita il troppo freddo, che potrebbe gelare il terreno.

La prima operazione da fare è quella di sfalciare l’erba già presente: in questo caso è più semplice rimuovere i residui del taglio.

Prima di procedere alla semina del prato rimuovete eventuali muschi o foglie. Un comune rastrello a denti stretti vi aiuterà a rimuovere una buona parte dell’erba secca.

A questo punto dovete decidere per il tipo di sementi. Riflettete sulle ore di luce che il prato riceve quotidianamente e quanto è soggetto all’usura e al calpestio. In commercio esistono tante tipologie di sementi a seconda delle esigenze. Eventualmente, all’interno del negozio di giardinaggio, potrete chiedere consiglio ad un esperto.

La semina del prato va poi effettuata a spaglio, ovvero spargendo i semi in modo più omogeneo possibile. Seguendo le quantità necessarie indicate sulla confezione del prodotto scelto, dovete cercare di coprire il terreno con un numero sufficiente di semi in modo da garantirne la copertura.
Usate una dose più abbondante in caso di zone particolarmente danneggiate.

A questo punto dovrete ricoprire il terreno con uno strato di terriccio di circa 5 mm di spessore.

L’aggiunta di fertilizzante (qualora non già presente nel prodotto scelto), potrà aiutare i nuovi semini a germogliare più in fretta e garantirà anche una durata maggiore nel tempo.

Se desiderate  che il letto del prato sia ben omogeneo e i semini non rimangano al di fuori del terreno, vi consigliamo di passare sul tappeto erboso con un rullo pesante.

L’ultima operazione da fare è irrigare abbondantemente. Nel giro di pochi giorni si cominceranno già a vedere i primi risultati.

Evitate di calpestare il prato nelle prime settimane di crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi